Canalizzazione: LA CONOSCENZA ? UN AFFARE DI 0,08 SECONDI (POSTATO DA KARUNA)

cropped-io-sono21.jpg

Bene amici, oggi parliamo della fiducia e della saggezza interiore.

Un maestro dei giorni nostri, Yogi Bajan spiega sapientemente che la conoscenza interiore è insita nelle facoltà umane. Egli dice che quando una domanda viene formulata al nostro interno, la risposta corretta e veridica emerge in 0,08 secondi. Questa è una verità. E la risposta che arriva, aggiungo io, è molto semplice. Non si tratta di arzigogoli mentali, oppure di concetti complessi, quella è spazzatura interiore. La risposta è molto semplice, diretta, immediata.

Questa risposta viene dalla parte più profonda di noi, quella che tutto conosce. Quella che, se lasciata libera di esprimersi, ci porta alla gioia e alla comprensione. E’ la divinità interiore, che tutto sa e conosce. Questa capacità di ricevere informazioni su comprensioni anche molto profonde sulle nostre vite, attuali o passate, necessita di una apertura e di una capacità di ascolto interiore. E’ necessario cioè lasciare spazio alla voce interiore, senza portare interferenze colla mente negativa, quella cioè che formula dubbi e ipotesi.

La parte razionale è stata di grande utilità per mantenere ancorato il corpo di luce al corpo fisico, se vogliamo esprimerlo in questo modo, ed è stata utile  anche per lo sviluppo del pensiero analitico su cui si fonda la scienza. Ma oggi siamo chiamati ad andare oltre. Siamo chiamati ad affermare il pensiero intuitivo come parte fondamentale della conoscenza interiore ed esteriore. Qui non si tratta di essere medianici, si tratta di riconoscere il giusto posto a quel sapere che è da sempre contenuto dentro di noi, e che noi semplicemente permettiamo che si esprima attraverso di noi, aprendoci al flusso intuitivo delle informazioni.

La mente negativa, è abituata ad creare pensieri, al fine di illudersi di avere controllo sulla realtà. Obbedisce al principio della paura, cioè a una vibrazione di amore di tipo basso, che sempre è espressione di luce. Ma oggi possiamo andare oltre. Possiamo riconoscere, ad esempio, che una informazione che riceviamo a livello intuitivo sia valida ed efficace nella vita pratica, senza condurre la mente analitica alla verificazione di una riprova.

Ciò per altro non vuol dire non accettare che altri mettano in dubbio il nostro sapere intuitivo, ma siginifica accettare che ciò che intuiamo è frutto di conoscenza diretta, immediatamente accessibile e liberamente condivisibile senza timore. E’ chiaro esistono dei limiti e delle regole in quello che può essere fatto in base a ciò che ci arriva da questa forma di conoscenza, ciò soprattutto nell’agire ciò che sentiamo a livello profondo. Non si può ancora girare nudi per le strade, nelle civiltà occidentali ! Per fare un esempio, certo.

Come funziona la mente negativa ? Ammettiamo che io abbia ricevuto una informazione intuitiva attraverso il procedimento di domande e di risposta interiore. La informazione viene analizzata allora dalla parte analitica, quella che cioè nega e analizza per ipotesi, al fine di formulare l’intuizione in modo accettabile secondo gli schemi prestabiliti che sono dentro di noi. Essa opera in sostanza, attraverso gli schemi mentali che abbiamo introiettato. Opera attraverso, per usare una metafora informatica, i software che abbiamo caricati: schemi familiari, sociali, personali. L’informazione intuitiva è invece come fosse il virus. O meglio è riconsciuto come virus dal sistema operativo, e viene analizzato al fine di verificare se contiene delle informazioni pericolose per la sussistenza del sistema operativo stesso. Così facendo, la informazione intuitiva viene in qualche modo “spuntata” , ” appiattita” dalla mente analitica. Che ne formula una versione adattabile alle infromazioni precedentemente contenute nel sistema.

In realtà l’informazione intuitiva, quella contenuta nella risposta che ci arriva nei cosidetti 0,08 secondi è sempre vera. E’ semplice, chiara, diretta e, se viene detta nel tempo giusto alla persona interessata a riceverla, ad esempio è immediatamente comprensibile ad un livello intuitivo. Si apre così una nuova forma di comunicazione, tra il canale delle informazioni e la persona cui dette informazioni sono restituite a parole. E tale modalità comunicativa apre scenari di trasformazione davvero molto interessanti. Può essere usata nel channeling, nel counseling, od anche nei trattamenti nell’ambito psico-bio-fisico. Spesso attraverso il canale parlano gli organi stessi di una persona, che esprimono il loro disagio attraverso il canale.

Questo processo di conoscenza intuitiva, diventa cosi, attraverso la fiducia incondizionata circa le informazioni ricevute, la base di una comprensione profonda, circa lo stato delle cose interiori o esteriori. Avviene cioè una mediazione tra le informazione ricevute a livello intuitivo e la conoscenza pregressa già contenuta come esperienza di vita o di ambito tecnico.

Ovviamente una verifica delle informazioni in un primo tempo è necessario, al fine capire se siamo nel canale giusto. Ma una volta scoperto il canale, allora non sarà più necessario, e potremo mettere a disposizione di noi stessi o degli altri questa ricchezza che proviene direttamente dalla nostra parte divina e intuitiva.

Per approfondimenti sulla mia attività di channeler e consulente spirituale, vi consiglio di leggere in questo link: 

http://consulenzespirituali.com

Per approfondimenti relativi alla parte scientifica di quanto qui è detto, vi posto alcuni link ne trattano:

http://ununiverso.altervista.org/blog/come-avvengono-le-intuizioni/

http://www.scienzaeconoscenza.it/articolo_for_print.php?id=22537

Grazie 😀

K a r u n a

– TECNICA AVANZATA: PURIFICAZIONE E POTENZIAMENTO MENTALE-ADVANCED TECHNOLOGY: PURIFICATION AND STRENGTHENING MENTAL-TECNOLOGÍA AVANZADA: PURIFICACIÓN Y FORTALECIMIENTO MENTAL

cervello

Con questa tecnica amici, andiamo a deprogrammare, potenziare, purificare la mente, e ad agire potentemente su tutte le ghiandole cerebrali al fine di farle aprire.

Vi spiego prima la tecnica e poi vi dico quale significato ha, e come agisce.

1) mettetevi in posizione comoda, seduti o stesi, o, se vi siete abituati nella posizione del loto. Bene. Non è richiesto nessun tipo di respirazione particolare, ma solo che siate bene comodi.

2) chiudete gli occhi e concentratevi gradatamente nella regione della fronte colla vostra attenzione, proprio li, dove c’è il terzo occhio. E’ la zona del lobo frontale del cervello, quella deputata alla manifestazione della realtà. Ciò che desiderate avvenga nella vostra vita, prima che si manifesti, viene proiettato all’esterno da questa zona, ed è li che noi andiamo ad agire.

3) una volta che la concentrazione è tale che sentite bene la zona, con decisione, fermezza e intensità, proiettate le parole “IO SONO” da quella zona verso l’esterno, come se fosse un flusso di onde costituite da questo mantra: “IO SONO-IO SONO-IO SONO” ogni volta con decisione e intenzione. focalizzatevi solo su questa frase. tutta la vostra energia li. deve essere un flusso potente di energia. vi accorgerete che questa energia proviene dai centri inferiori del corpo, e sale attraverso il corpo per essere proiettata all’esterno.

Fate questo esercizio per 5 minuti al giorno.

Bene. Questo è un potente mantra, il più potente che esista, che ci collega direttamente al potere della fiamma violetta (http://www.metafisicaitalica.it/Main/LaFiammaVioletta ). L’affermazione dell’IO SONO, senza alcuna attribuzione di sorta, determina una ricalibratura dei corpi energetici e un loro potenziamento e innalzamento di vibrazione. A un livello psicoanalitico, essa riprogramma una serie di affermazioni limitanti su noi stessi, che distorcono la natura della nostra essenza, come esseri divini e creatori.

L’energia che viene veicolata dai centri inferiori passando per le nadi centrali del corpo (i canali energetici principali ) fa una azione di pulizia dei blocchi, e raffina notevolmente le nostre capacità percettive. Apre il terzo occhio e la relativa ghiandola pituitaria ad esso collegata ( il terzo occhio è l’estroflessione della pituitaria) e determina l’entrata di potenti forme pensiero di luce dalla mente di Dio, attraverso la  nostra pineale, la regina delle ghiandole, che sovraintende al funzionamento di tutte le altre ghiandole.

Non sono necessari riti particolari per entrare ed uscire dalla tecnica, ma se volete ringraziate la vostra divinità, che voi siete, che è tutto.

Ci vediamo presto !!

Au revoir !!!

Karuna

http://consulenzespirituali.com

______________

With this technique friends, we go to deprogram, strengthen, purify the mind, and to act powerfully on all glands brain in order to open them.

Let me explain the first technical and then tell you what the meaning is, and how it acts.

1) put yourself in a comfortable position, sitting or lying, or, if you’re used to in the lotus position. All right. It does not require any particular type of breathing, but only you are good comfortable.

2) Close your eyes and concentrate gradually in the region of the front glue your attention, right there, where there is a third eye. And ‘the area of ​​the frontal lobe of the brain, the deputy to the manifestation of reality. What you want to happen in your life, before it occurs, it is projected outward from this area, and it is them that we are going to act.

3) once the concentration is such that you feel the area well, with determination, firmness and intensity, projected the words “I AM” from that area to the outside, like a stream of waves formed by this mantra: ” I AM-I AM-I AM “each time by decision and intention. stay focused only on this sentence. all your energy there. It must be a powerful flow of energy. you will find that this energy comes from the lower centers of the body, and up through the body to be projected outside.

Do this for 5 minutes a day.

All right. This is a powerful mantra, the most powerful that exists, that connects us directly to the power of the flame violet (http://www.metafisicaitalica.it/Main/LaFiammaVioletta). The affirmation of the I AM, without any attribution whatsoever, determines a recalibration of energy bodies and their strengthening and raising of vibration. At one level psychoanalysis, it reprograms a series of statements on limiting ourselves, that distort the nature of our essence, as divine beings and creators.

The energy that is conveyed from the lower centers through the nadi central body (the main energy channels) is a cleaning action of the blocks, and greatly refined our perceptual capacities. Opens the third eye and its pituitary gland connected to it (the third eye is the extroversion of the pituitary) and determines the entry of powerful thought forms of light from the mind of God, through our pineal glands of the queen, who It supervises the operation of all the other glands.

No need for special rites to enter and exit the technique, but if you want to thank your divinity, that you are, that’s all.

See you soon !!

Au revoir !!!

Karuna

http://consulenzespirituali.com

_____________

Con esta técnica amigos, vamos a desprogramar, fortalecer, purificar la mente, y actuar poderosamente en toda glándulas del cerebro con el fin de abrirlos.

Voy a explicar la primera técnica y luego le dirá lo que el significado es, y cómo actúa.

1) ponerse en una posición cómoda, sentado o acostado, o, si estás acostumbrado a en la posición de loto. Correcto. No requiere ningún tipo particular de la respiración, pero sólo usted es bueno cómodo.

2) Cierra los ojos y concentrarse gradualmente en la región de la parte delantera pegar su atención, justo ahí, donde hay un tercer ojo. Y ‘el área del lóbulo frontal del cerebro, el diputado a la manifestación de la realidad. Lo que usted quiere que suceda en su vida, antes de que ocurra, se proyecta hacia el exterior de esta zona, y ellos es que vamos a actuar.

3) una vez que la concentración es tal que te sientes bien la zona, con determinación, firmeza e intensidad, proyectó las palabras “YO SOY” de esa zona hacia el exterior, como una corriente de ondas formadas por este mantra: ” YO SOY-SOY-YO SOY “cada vez por la decisión e intención. mantenerse enfocado sólo en esta frase. toda su energía allí. Debe ser un potente flujo de energía. usted encontrará que esta energía proviene de los centros inferiores del cuerpo, y hasta a través del cuerpo que se proyecta fuera.

Haga esto durante 5 minutos al día.

Correcto. Este es un mantra poderoso, el más poderoso que existe, que nos conecta directamente con el poder de la Llama Violeta (http://www.metafisicaitalica.it/Main/LaFiammaVioletta). La afirmación del YO SOY, sin atribución alguna, determina una recalibración de los cuerpos de energía y su fortalecimiento y elevación de la vibración. En un psicoanálisis nivel, se reprograma una serie de declaraciones sobre limitándonos, que distorsionan la naturaleza de nuestra esencia como seres divinos y creadores.

La energía que se transporta desde los centros inferiores a través del cuerpo central nadi (los principales canales de energía) es una acción de limpieza de los bloques, y refinado en gran medida nuestras capacidades perceptivas. Abre el tercer ojo y su glándula pituitaria conectado a él (el tercer ojo es la extroversión de la hipófisis) y determina la entrada de potentes formas de pensamiento de la luz de la mente de Dios, a través de nuestras glándulas pineal de la reina, que Supervisa el funcionamiento de todas las otras glándulas.

No hay necesidad de ritos especiales para entrar y salir de la técnica, pero si usted quiere agradecer a su divinidad, que son, eso es todo.

Hasta pronto !!

Au revoir !!!

Karuna

http://consulenzespirituali.com

______________

TECNICA DI DEPROGRAMMAZIONE, POTENZIAMENTO E PURIFICAZIONE MENTALE

Immagine

 

Con questa tecnica amici, andiamo a deprogrammare, potenziare, purificare la mente, e ad agire potentemente su tutte le ghiandole cerebrali al fine di farle aprire.

Vi spiego prima la tecnica e poi vi dico quale significato ha, e come agisce.

1) mettetevi in posizione comoda, seduti o stesi, o, se vi siete abituati nella posizione del loto. Bene. Non è richiesto nessun tipo di respirazione particolare, ma solo che siate bene comodi.

2) chiudete gli occhi e concentratevi gradatamente nella regione della fronte colla vostra attenzione, proprio li, dove c’è il terzo occhio. E’ la zona del lobo frontale del cervello, quella deputata alla manifestazione della realtà. Ciò che desiderate avvenga nella vostra vita, prima che si manifesti, viene proiettato all’esterno da questa zona, ed è li che noi andiamo ad agire.

3) una volta che la concentrazione è tale che sentite bene la zona, con decisione, fermezza e intensità, proiettate le parole “IO SONO” da quella zona verso l’esterno, come se fosse un flusso di onde costituite da questo mantra: “IO SONO-IO SONO-IO SONO” ogni volta con decisione e intenzione. focalizzatevi solo su questa frase. tutta la vostra energia li. deve essere un flusso potente di energia. vi accorgerete che questa energia proviene dai centri inferiori del corpo, e sale attraverso il corpo per essere proiettata all’esterno.

Fate questo esercizio per 5 minuti al giorno.

Bene. Questo è un potente mantra, il più potente che esista, che ci collega direttamente al potere della fiamma violetta (http://www.metafisicaitalica.it/Main/LaFiammaVioletta ). L’affermazione dell’IO SONO, senza alcuna attribuzione di sorta, determina una ricalibratura dei corpi energetici e un loro potenziamento e innalzamento di vibrazione. A un livello psicoanalitico, essa riprogramma una serie di affermazioni limitanti su noi stessi, che distorcono la natura della nostra essenza, come esseri divini e creatori.

L’energia che viene veicolata dai centri inferiori passando per le nadi centrali del corpo (i canali energetici principali ) fa una azione di pulizia dei blocchi, e raffina notevolmente le nostre capacità percettive. Apre il terzo occhio e la relativa ghiandola pineale ad esso collegata ( il terzo occhio è l’estroflessione della pineale) e determina l’entrata di potenti forme pensiero di luce dalla nostra epifisi, la regina delle ghiandole, che sovraintende al funzionamento di tutte le altre ghiandole. 

Non sono necessari riti particolari per entrare ed uscire dalla tecnica, ma se volete ringraziate la vostra divinità, che voi siete, che è tutto.

Ci vediamo presto !!

Au revoir !!!

Messaggio dell’ 8 aprile 2013: VERSO UNA SUPER SOCIETA’

Immagine

Amici è dalla centratura della maestria interiore che vi parlo.

Tante nuove e antiche conoscenze sono disponibili oggi, riprese dal passato più o meno recente e avallate dalla fisica contemporanea. E’ possibile scaricare informazioni dal Campo Unificato attraverso l’intento, utilizzando la connessione mediante le ghiandole epifisaria e pineale del vostro cervello. E’ possibile produrre energia con metodi nuovi, sfruttando l’elettromagnetismo e con altri metodi.

La conoscenza della biologia sta avallando delle predizioni fatte da entità angeliche connesse al piano terrestre (Kryon) che ci hanno preannunciato la trasformazione del nostro patrimonio genetico in forme più evolute e complesse.

Possiamo utilizzare poteri come la telepatia, la chiaroveggenza e la canalizzazione. E molto altro ancora.

Sembrerebbe che siamo pronti a un salto quantico nel mondo comune di percepire e vivere il mondo, ma questo tarda ad avvenire. Come mai ?

L’EVOLUZIONE DELLA SOCIETA’ DIPENDE DALLA NOSTRA CAPACITA’ DI VIVERE IL MOMENTO PRESENTE.

Nel mondo che viviamo sono presenti molte forze contrastanti che fanno capo alla manifestazione della duplice tendenza del complesso sistema umano di creare e di distruggere. Siamo grandi ideatori: riusciamo a immaginare ogni tipo di apertura nella nostra vita, ma dobbiamo fare i conti con una realtà a volte molto stringente. E non riusciamo a fare evolvere la nostra vita per come comprendiamo ed intuiamo che debba essere.

Queste forze di contrasto, sono il terreno in cui dobbiamo sviluppare le nuove tendenze, e sono la nostra prova.

Parliamo ora di come funzionano le relazioni.

Quando interagiamo colle altre persone esistono più livelli di comunicazione e di comprensione. Esiste un livello prettamente razionale, che utilizza categorie già esistenti per dare una classificazione dei dati che riceviamo dall’esterno. In effetti essa è la più grossolana, in quanto si basa sulla paura di riconoscere l’altro in tutta la sua dignità e potere energetico. La paura di non riuscire a controllare la situazione ed i nostri impulsi ci fa agganciare a clichè sociali, attraverso i quali possiamo canalizzare i nostri impulsi inferiori in una zona di comfort, un fascia di sicurezza che detta i nostri pensieri, parole e azioni. E’ come mettere una moderazione ai contenuti vitali, per paura che essi non siano accettati o riconosciuti, che è dunque paura del giudizio.

Poi esiste un livello percettivo o intuitivo, che rappresenta la nostra parte più diretta, quella che  SA aldilà delle parole dette, o delle azioni compiute da noi o dalle persone colle quali interagiamo. Questa area è colma di informazioni intuitive, di sensazioni fisiche, e di percezioni emotive, ed è quella che ci fa sentire connessi e vivi.

In questa zona percettiva è possibile sperimentare molte percezioni sottili riguardanti le persone e i luoghi e noi stessi, e le situazioni.

La validità di queste percezioni come fenomeni predittivi e rappresentativi della realtà più materiale dipende dal nostro grado di connessione con noi stessi, col nostro sé, colla nostra guida interiore. Quanto più ci rendiamo vuoti di contenuti passati, ovverossia liberiamo il nostro spazio interiore da passate emozioni e pensieri, quanto più siamo in grado di percepire meglio ciò che ci circonda grazie alla nostra percettività. Essa si basa sul vivere la situazione presente con la massima apertura possibile.

Quando invece noi portiamo in memoria passati programmi, che abbiamo caricati dentro come schemi di comportamento, saremo in una fase operativa in cui le energie sono focalizzate nel compimento di una azione, anche mentale, che ci distoglie dalla piena percezione del momento. A tal fine è possibile compiere una serie di utili esercizi per accrescere la propria percettività. Di questo parleremo nei prossimi messaggi.

La presenza di programmi operativi funziona da filtro delle percezioni, emozioni e informazioni presenti; essi le distorcono in funzione del programma caricato.

Se ad esempio sto correndo su una strada al fine di fare in fretta, avrò informazioni e percezioni diverse di se sto facendo una passeggiata rilassata senza essere concentrato su niente in particolare. Una stessa scena che mi passa davanti sarà elaborata in maniera diversa a seconda dei due stati. Lo stato di quiete interiore è quello indicato per avere in purezza le informazioni e le percezioni riguardo il campo informativo.

Per la creazione di un super-società è necessario che la maggior parte dei suoi elementi siano in stato di percettività aperta.

Se questo accadesse dall’oggi al domani gli scambi tra le persone sarebbero improntati alla verità e alla collaborazione.

Sorgerebbero ovunque idee nuove e creative, si abbandonerebbero i vecchi schemi del passato e rifiorirebbe l’uomo.

Il secondo elemento necessario al funzionamento del sistema informativo del Campo è quello della fiducia interiore, come ho già parlato nei messaggi precedenti. Fiducia in sé vuol dire che non si nega mentalmente nulla dei contenuti percettivi ricevuti attraverso la connessione interiore. Spesso neghiamo dei contenuti per paura di quello che abbiamo ricevuto, per giudizi relativi a esso o per timore della nostra incolumità fisica. Quando impareremo a fidarci in modo incondizionato e a stare in apertura questa sarà la base di una nuova società, in cui il rispetto, l’amore e la condivisione saranno i figli dell’azione basata sul momento ora.

 

Namastè

 

Noi siamo Unità nella Sorgente