– La medicina karmica: l’intervento del medium nel processo di guarigione- The karmic medicine: the intervention of the medium in the healing process- (Karuna)

medicina

http://consulenzespirituali.com

Se andiamo a controllare sul dizionario etimologico on-line, il termine medicina non risulta presente. Probabilmente perchè la medicina non esiste in sè per sè, ma esiste certamente il medico.
L a medicina non esiste: esiste il medico, colui che fa da medium, da mezzo, tra la persona che presenta il disagio e il disagio stesso.
E’ questo il significato più appropriato che si può dare alla parola medico. Esiste il medico, non la medicina, cosi come esiste l’individuo col suo disagio, non una categoria di disagi, generalmente considerati.

Possiamo considerare l’essere umano diposto su 3 livelli: 1) un livello istintivo, 2) un livello emotivo, e 3) un livello intellettivo. L’essere umano integrato, che non sviluppa disagi psico-fisici è un essere umano che ha un equilibrio tra questi tre livelli.

Ad esempio possiamo avere un individuo che ha una grande energia sessuale, che però non esterna perchè frenato da schemi mentali: egli svilupperà dei disagi per il fatto che il primo e il terzo livello non sono allineati.
La funzione di ogni medico è quindi quella di facilitare l’individuo a porsi in una situazione di equilibrio, MEDIANDO tra l’individuo e il disagio attraverso l’uso della parola, dei rituali, e delle sostanze naturali.

Cosa c’entra il karma ora ?

Il karma è espressione della terza legge della Creazione: “ciò che si da si riceve”.
L’espressione della coscienza individualizzata nel piano denso è il corpo fisico, che fa uso dell’energia per manifestarsi e manifestare nella realtà. L’anima, la coscienza individualizzata, quando è inascoltata, non ha altro modo per parlare che attraverso il disagio: esso fa parte del linguaggio dell’anima. Il disagio psico-fisico è dunque una comunicazione dell’anima alla individualità che siamo.
Quando ci incarniamo, decidiamo in concerto con le entità angeliche, i maestri e le altre guide interdimensionali, nonchè altre anime che vanno ad incarnarsi, quali lezioni andremo ad affrontare nella nostra vita fisica.

Per usare una metafora musicale, stabiliamo quali brani suonare, con chi suonare, e a quale volume suonare, con che intensità. Tutto questo è la contrattazione prenascita. Essa viene fatta in base al nostra karma animico: le questioni sulle quali vogliamo andare a fondo, facendone esperienza saranno affrontate nella vita fisica.
Ad esempio potremo andare a lavorare sull’amore come libertà e non come possesso, oppure potremo andare a lavorare sull’innovazione, quando invece siamo stati legati a temi di conservazione in altre vite.
Ebbene: quando ci discostiamo dal piano animico che abbiamo contrattato, l’anima ci manifesta attraverso il corpo, dei disagi psico-fisici che ci comunicano a seconda delle aree in cui questo accade, un messaggio.
Questo messaggio poi viene decifrato dall’individuo, attraverso anche il medico, che, come dicevamo prima, interviene per fare da tramite tra le esigenze animiche ed il complesso corpo-mente dell’individuo che a lui si rivolge.

Il medico karmico è colui che facilita all’individuo l’apprendimento delle sue lezioni karmiche.

Può spiegare alla persona che un suo problema alla gola ad esempio, è dovuto alla sua incapacità di esprimere la sua verità. Oppure che un suo problema a fidarsi degli altri sia dipeso da un trauma di altre vite, nelle quali è stata sottoposta a una sofferta schiavitù.
Esistono in particolare dei momenti della esistenza, che sono appunto programmati nella fase di pre-incarnazione, che sono dei crocevia di energia estremamente potente e creativa.

Li ho definiti nodi sincronici.

https://consulenzespirituali.com/la-gaurigione-spirituale-nei-nodi-sincronici-the-spiritual-healing-in-the-synchronic-knots/

Di essi si può avere un ricordo, mentre si vivono, come se fossero già accaduti. Sono definiti più comunemente “deja vù”.
Il medium-medico-facilitatore, è anche egli presente in questi momenti. Egli è colui che dall’universo è preposto al contenimento delle grandi energie che sono presenti in quella sincronicità.

E’ un momento di guarigione.

Possono così emergere degli antichi depositi di esperienze di vita dell’individuo che presenta il disagio. Può accadere ad esempio, che una donna ricordi di essere stata violata da un uomo quando era piccola, e che poi, sentendosi in colpa, abbia sviluppato una malattia punitiva della sua femminilità, manifestando un male negli organi ad essa connessi.
La consapevolezza di queste informazioni per cosi dire “rimosse” nel subcosciente dalla persona, può dare la chiave d’accesso alla unica guarigione animica possibile: il perdono di sè e degli altri.

Per restare in metafora musicale, si può dire che attraverso l’apprendimento in vita della lezione karmica, l’individuo può suonare altri brani musicali, con altri musicisti e cambiando anche il volume e l’intensità.
Può in altre parole accedere al “box dei potenziali possibili”, e ricontrattare le sue lezioni animiche. Questa ricontrattazione è agevolata dal medico karmico, il quale appunto legge nei potenziali e fa si che l’individuo si indirizzi verso potenziali di guarigione, connessione interiore e creatività.

Si può dire che la manifestazione di una guarigione fa si che alcuni eventi, che potevano accadere nella vita di una persona ora si sostituiscano ad altri eventi, che portano una vibrazione più elevata: c’è una sorta di salto della puntina del disco, da una traccia a un altra.
Gli eventi che si sarebbero verificati, le persone, lo scenario, cambia. La lezione è superata in un evento, una singolarità che l’universo ha reso possibile.
La persona che ci ha fatto del male, ad esempio, non la incontreremo più, nè andremo incontro a situazioni simili: col perdono il karma è risolto, la lezione è integrata e siamo liberi di abbracciare nuove possibilità.

https://consulenzespirituali.com/2014/04/06/messaggio-del-6-aprile-2014-paura-amore-e-la-danza-della-creazione-consapevole/

Questo è estremamente stimolante e creativo: è possibile addirittura che quelle stesse persone che ci hanno frenato, divengano partner nella co-creazione di scenari innovativi, dando in tal modo alla nostra anima la possibilità di apprendere lezioni sempre più raffinate, muovendoci con eleganza e sincerità, connessione e piacere in ogni situazione.

Luca Karuna Ursillo

mayancalendar

__________

If we go to check on the etymological dictionary online, the medical term is not present. Probably because the medicine does not exist in and of itself, but there is certainly the doctor.
The medicine does not exist: there is a doctor, one who acts as a medium, from the middle, between the person submitting the inconvenience and discomfort itself.

And ‘this is the most appropriate meaning that you can give to the word doctor. There is a doctor, no medicine, just as there is an individual with his discomfort, not a category of discomfort, generally considered.


We can consider the human being based on 3 levels: 1) an instinctive level, 2) an emotional level, and 3) an intellectual level. The integrated human being, which does not develop inconvenience psycho-physical is a human being that has a balance between these three levels.
For example we can have an individual who has a great sexual energy, but not outside because hampered by mental patterns: he will develop the inconvenience to the fact that the first and third levels are not aligned.
The function of each doctor is thus to facilitate the individual to be in a state of equilibrium, mediating between the individual and the discomfort through the use of the word, rituals, and natural substances.


What does the karma now?


Karma is an expression of the third law of Creation: “ What you put out is what you get back.”

The expression of the individuated consciousness in the plan is the dense physical body, which uses energy to manifest and manifest in reality. The soul, the individualized consciousness, when it is unheard, has no other way to talk that through the discomfort: it is part of the language of the soul. The psychological and physical discomfort is therefore a communication to the individuality of the soul that we are.
When we incarnate, we decide in consultation with the angelic entities, teachers and other interdimensional guides, as well as other souls who go to incarnate, what lessons we’re going to face in our physical life.
To use a musical metaphor, we determine which songs play, play with who, and at what volume play with that intensity. All this is the bargaining we have before the birth. It is made according to our karma soul: the issues on which we want to get to the bottom, making experience will be addressed in the physical life.
For example we can go to work on love as freedom and not as a possession, or we can go to work on innovation, when in fact we were related to issues of conservation in other lives.
Well, when we deviate from the plan that we have contracted soul, the soul manifests through the body, and psico-physical discomfort  that we communicate depending on the areas where this occurs, a message.
This message is then decrypted by the individual, through even the doctor, who, as we said before, steps in to act as a bridge between the needs and the soul-body-mind complex individual who addresses him.
The doctor is the one who karmic facilitates individual learning of his karmic lessons.
Can you explain to the person that his throat problem, for example, is due to his inability to express his truth. Or that his problem to trust others has resulted from the trauma of other lives, in which has been subjected to a painful slavery.
There are in particular of the moments of existence, which are precisely programmed in the pre-embodiment, which are the crossroads of energy extremely powerful and creative.
I’ve defined nodes synchronic.


https://consulenzespirituali.com/la-gaurigione-spirituale-nei-nodi-sincronici-the-spiritual-healing-in-the-synchronic-knots/


Of them you can have a memory, while you live, as if they have already happened. They are most commonly defined “deja vu”.
The medium-medical facilitator, he is also present in these moments. He is the one that the universe is responsible for containment of the great energies that are present in that synchronicity.
It ‘a time of healing.
May well emerge the ancient deposits of life experiences of the individual presenting the discomfort. It can happen, for example, that a woman memories of being violated by a man when she was little, and then, feeling guilty, has developed a disease punitive of her femininity, showing an evil in the organs associated with it.
The awareness of this information as it were “removed” in the subconscious of the person, can give the key to the unique healing soul can: forgiveness of yourself and others.
To stay in musical metaphor, we can say that through learning in the life of the karmic lesson, the individual can play other songs with other musicians and also changing the volume and intensity.
In other words can access the “box of potential possible,” and renegotiate its soul-lessons. This renegotiation is facilitated by the doctor karmic, which just reads in potential and makes the individual addresses to potential healing, inner connection and creativity.
It can be said that the manifestation of healing means that some events that could happen in a person’s life now take the place of other events, which bring a higher vibration: there is a sort of jump of the needle of the record, from one track to another.
The events that would take place, the people, the scenery changes. The lesson is outdated in an event, a singularity that the universe has made possible.
The person who has done wrong, for example, do not meet again, nor we will be faced with similar situations: with forgiveness karma is resolved, the lesson is integrated and we are free to embrace new possibilities.


https://consulenzespirituali.com/2014/04/06/messaggio-del-6-aprile-2014-paura-amore-e-la-danza-della-creazione-consapevole/


This is extremely challenging and creative: it is possible that even the very people that we have held, to become partners in the co-creation of innovative scenarios, thereby giving our souls the opportunity to learn lessons increasingly sophisticated, moving with elegance and sincerity , connection and pleasure in every situation.

Luca Karuna Ursillo

http://consulenzespirituali.com

__________

cropped-terra.jpg

Messaggio di Karuna del 1 aprile 2014: ESPLORANDO LE POSSIBILITA’

Immagine

Amici, buonasera. 

Facciamo un respiro profondo e permettiamo alle energie di entrare. Così, in modo semplice. Vedete, la realtà risponde in modo semplice alla nostra immaginazione. E’ uno specchio dei nostri pensieri. Si è detto tante volte che essa dipende dal punto di vista che adottiamo. Vero, si vero. Ma c’è di più. Essa risponde in modo letterale alla nostra immaginazione. E’ questo che voleva dire Gautama il Buddha quando ai suoi discepoli parlava di osservare i propri pensieri, le proprie parole, e infine le proprie azione. Si. Egli aveva perfettamente compreso, che per porre il proprio seguito sulla via della saggezza e dell’amore, doveva stimolare in loro la Volontà. Si trattava certamente di un’altra epoca, molto più densa della della nostra. A tratti più violenta e forse anche più terrificante di adesso, eheh. Si. In realtà tutto è molto più semplice. 

Facciamo un respiro profondo. Sono molte le energie che stanno arrivando. Si. Bene. Dicevo, tutto è molto più semplice. In realtà se andiamo a guardare l’essenza del messaggio che arriva dai mondi angelici, il nucleo centrale è quello del perdono. Si ,il perdono. Si. A questo punto c’è qualcuno che dice: ma io ho perdonato tutti, sono in pace con me stesso. Vero, si vero. Questo è solo il principio. Quanti sono in grado di perdonare, e dico perdonare, profondamente se stessi ? Forse siamo allo 0, 4 % delle persone. Vedete, non si costruisce niente di nuovo, niente di veramente nuovo, se non si è detto definitivamente addio al passato. Questa è un grande verità. Perdonare, vuol dire dimenticare, e soprattutto dimenticarsi, Questo è il presupposto del lasciarsi andare. In effetti si entra in un flusso nel quale, voi stessi non potete più controllare il vostro corpo, i vostri pensieri, e le vostre azioni. c’è davvero il rischio di impazzire. Forse. Si forse. Sarebbe una grande benedizione. Tana libera tutti. Oh si. 

Bene. Un respiro profondo ora. Dove eravamo rimasti, al perdono si al perdono. Bene. Dunque questo grande registro di memorie, questi traumi, questi aspetti legati al passato, vogliono sempre rivivere attraverso voi. Reclamano la vostra attenzione, ed in fondo, la vostra energia. Il corpo è teso, la testa duole, e la schiena, le gambe poi….tutto è contratto. Occorre rilasciare, occorre in un parola, fare un pacchetto di tutte queste cose, e lasciarselo dietro le spalle, non guardandosi più indietro. E davvero così facile. Forse, si forse. 

Questo fatto, il passato, e le preoccupazioni del futuro, assorbono la vostra energia, e riducono il flusso vitale che potreste dedicare ad esplorare attraverso la vostra immaginazione, le possibilità di creare la vostra realtà. Creare, si creare. Immaginare, e creare. Cosa c’è di più sublime che comunicarvi questo, amici. Io mi siedo davanti al mio pc, e creo. Creo questo messaggio, pieno di speranza, e di si, di fiducia. Occorre dunque, che vi poniate in uno stato di fiducia, di apertura,, di presenza di fronte all’istante che state vivendo.In questo stato, ogni situazione che vi richiama al passato, ogni emozione, diciamo cosi pesante, crea una interruzione di segnale, per cosi dire, nella vostra vitalità. Si genera una specie di corto circuito, che agisce a livello cellulare. Vi siete mai chiesti come mai di fronte a certi avvenimenti, vi sentite deboli, vi sentite, privi di forze ? E’ il passato, il passato che vi raggiunge e vi porta indietro al tempo della verificazione di una interruzione del segnale vitale. Questo non vuole dire snobbare le emozioni, no, proprio no. Si tratta invece di riconoscere che ci sono degli errori di archiviazione dentro le vostre cellule, delle memorie. E’ il tempo di fare un respiro profondo e di riconoscere che siete Voi, a condurre il gioco. Siete voi, a prendere il controllo delle situazione. E a farvi una grande risata. Può darsi che abbiate una illuminazione a quel punto, può darsi si.

UN momento di presenza.

Bene. E’ Questo. Lo sentite ? E’ questo silenzio che percorre l’aria. E’ come un gatto che socchiude gli occhi e annusa l’aria. E’ come un filo d’erba che danza nel vento. Si è tutto questo. L’azione successiva, si genera come gioco. E’ tornare bambini. E’ esplorare. Non c’è altro. E’ l’azione disinteressata che vive nell’attimo. E’ sorprendersi a cadere. E’ rischiare di perdersi. Ed è in effetti perdersi. Come un cuore che batte. Come una espirazione dopo una inspirazione. Non c’è altro, davvero non c’è altro. Cosa pensare di questi momenti ? Non c’è passato, la mente è vigile ma non girano i vecchi dischi. E non c’è futuro, c’è solo uno stato di presenza. Questo è perdono. Questo è dimenticanza. Questo è trovarsi. 

Questa condizione, ci permette di entrare in uno stato di visione profonda, se vogliamo e di esplorazione delle possibilità. Si richiamano antiche qualità, e si rendono nuove attraverso il respiro. Si respirando, e lasciandosi andare all’esplorazione. Si catturano visioni, si vedono i potenziali in un regno senza tempo. Bene. Un respiro profondo. Se potete mettete un pò di musica rilassante. E’ il momento giusto.

Lasciare andare…la mente libera in uno spazio vuoto. Senza tempo.

Respirare e far affiorare ciò che siete. Ossigenando le cellule…

La dimenticanza. Perdonarsi. Quanto tempo ho perso in questa storia….giù. giù. giù.

 

Niente conta. Niente mente. Le immagini affiorano da sole. Con semplicità. Con eleganza. E sensualità.

 

Rilassati. Facendo lavorare il respiro. Ognuno sa come fare. Ognuno a modo proprio.

….

….

….

Così, come se nulla fosse mai accaduto nella vostra vita. Ma con la saggezza del ricordo dentro il cuore.

Dimenticare, per ricordarsi, Perdonarsi per liberare la fantasia, l’immaginazione.

 

Apriamo l’immaginazione, apriamoci all’esplorazione delle possibilità della creazione.

 

Semplicemente respirando, e lasciando andare. Senza tempo, senza nodi, senza Dubbi.

 

Il cuore sa. Voi sapete. 

….

….

….

La musica sta per finire. E il respiro è comodo e brillante ora. Il cuore è aperto.

Non c’è traccia di passato, di ruggine, di rancori. E’ aperto e ridente.

La mente tace, ed è primavera. 

Bene.

 

Non c’è niente di meglio che prendersi del tempo per respirare, per scendere giù nel corpo. Il corpo sa, ciò di cui avete bisogno. Sa respirare in modo perfetto, lasciandolo andare. La vostra mente sa funzionare quando la chiamate in causa. Il vostro cuore sente ciò che è il suo sogno, la sua parola, la sua nota speciale.  

E’ si prepara davvero una serata speciale, per tutti noi. Fatta di gioco, di sentire profondo, e di manifestazione di tutto ciò che avete immaginato.

Grazie di avermi seguito fin qui.

Al vostro Servizio, 

Karuna

Noi siamo Unità nella Sorgente.

Namastè !!

per chi volesse sapere di più sulla possibilità di consulenze individuali e di channeling individuali, seguite questo link qui sotto:

https://consulenzespirituali.wordpress.com/consulenze-spirituali-e-channeling-e-healing/

per la biografia spirituale di Karuna, questo è il link:

https://consulenzespirituali.wordpress.com/biografia-spirituale/

Pace.

 

31 GENNAIO 2014: SUL PERDONO E IL LASCIARE ANDARE (BY KARUNA)

Immagine

Buonasera delicate anime.

Volevo ricordarvi ciò che sapete già. Ed è questo. Solo dimenticando potete ricordare veramente chi siete. Questa è la prima parte del messaggio che vi darò questa sera. Dimenticare è il significato originario della parola perdono. Ma questo non vuol dire essere disaccorti. Significa spegnere la mente coi suoi flussi di pensiero legati al passato. Il presente si scrive istante per istante. Nello stesso istante facciamo solitamente più cose, una di queste è ricordare. Non serve ricordare, dimentica tutto questo grande registro di memoria che hai nella testa. Quello che ricordi nella concezione abituale che l’essere umano ha, è una registrazione di eventi passati, piacevoli o spiacevoli a cui esso rimane attaccato. E’ l’ora di lasciare andare tutto questo, e di ricordare semplicemente che siete divini. Solo questo è importante. Ogni cosa che vi serve, ogni informazione, ogni energia che vi occorre vi è data momento per momento perché voi l’avete chiesta. Chiedi e ti sarà dato, è verissimo, infatti funziona proprio cosi. In un sistema di scambio tra la vostra coscienza e l’energia, voi ponete al momento opportuno tutto quello che vi serve per ciò che la vostra anima ha desiderato esperire. Per questo motivo non rimanete attaccati ai desideri della vostra anima, essi usciranno da voi risuonando con l’insieme della coscienza attorno a voi e quando e il momento opportuno quelle risorse le trovate lì

. Perciò non dovete fare altro che dimenticare voi stessi, il ruminare della vostra mente. Cosi facendo, ricorderete tutto.

E questo è tutto per il momento. Celebrate con gioia ogni momento, ricordando che questo che viviamo è un gioco creato da noi.

vi amo tantissimo.

Noi siamo Unità nella Sorgente

Immagine

https://consulenzespirituali.wordpress.com/consulenze-spirituali-e-channeling-gratuiti/

https://consulenzespirituali.wordpress.com/pranoterapia-con-luigi-de-felice/

29 GENNAIO 2014: UN CASO PRATICO DI MEMORIA ANCESTRALE (BY KARUNA)

Immagine

 

Buonasera amati fratelli e sorelle.

Volevo raccontarvi un caso pratico di trattamento su una signora. E di come funziona il metodo pratico di intervento sulle memorie ancestrali che possono liberare dei nodi karmici presenti nella storia animica di una persona.

Questo è un caso pratico come tanti.

La signora si doleva per il fatto di avere un timore quando si accostavano uomini a lei, timore che non riusciva a spiegarsi, non avendo subito traumi che si potesse ricordare fin da quando era piccola di età.

Una volta che ci siamo seduti in uno spazio tranquillo, dopo aver respirato insieme e aver compiuto le opportune tecniche di armonizzazione, è partita una visione di una scena lontana nel tempo, in cui la signora, allora bambina, in un altro tempo e in un altro luogo veniva rapita e abusata da un uomo. 

La scena è stata sentita sincronicamente da entrambe. Questa memoria era pronta per essere processata, ed è per questo motivo che è potuta emergere alla chiaroveggenza del canale. 

A questo punto la donna ha potuto tramutare in perdono la circostanza, liberando il suo cuore da quella memoria. Con gli occhi lucidi ha perdonato il suo aggressore, agevolando il rilascio di quel nodo karmico che la teneva bloccata. 

In questo rilascio si è liberata una energia di gioia che è stata avvertita anche dalla cagna che avevamo ospite in casa per qualche giorno. Nonostante fosse affetta da numerosi mali, essa si rotolava per terra sorridendo, al momento del rilascio.

Queste esperienze sono frequenti nel trattamenti che conduciamo. 

Questi trattamenti non sono da intendersi come cure mediche, e non sono sostitutive delle stesse.

Grazie di avere condiviso con noi questa esperienza.

Namastè.

https://consulenzespirituali.wordpress.com/consulenze-spirituali-e-channeling-gratuiti/

 

 

Canalizzazione del 28 dicembre 2011: IL perdono e il vivere nel presente

Immagine

Buonasera delicate anime.

Volevo ricordarvi ciò che sapete già. Ed è questo. Solo dimenticando potete ricordare veramente chi siete. Questa è la prima parte del messaggio che vi darò questa sera. Dimenticare è il significato originario della parola perdono. Ma questo non vuol dire essere disaccorti. Significa spegnere la mente coi suoi flussi di pensiero legati al passato. Il presente si scrive istante per istante. Nello stesso istante facciamo solitamente più cose, una di queste è ricordare. Non serve ricordare, dimentica tutto questo grande registro di memoria che hai nella testa. Quello che ricordi nella concezione abituale che l’essere umano ha, è una registrazione di eventi passati, piacevoli o spiacevoli a cui esso rimane attaccato. E’ l’ora di lasciare andare tutto questo, e di ricordare semplicemente che siete divini. Solo questo è importante. Ogni cosa che vi serve, ogni informazione, ogni energia che vi occorre vi è data momento per momento perché voi l’avete chiesta. Chiedi e ti sarà dato, è verissimo, infatti funziona proprio cosi. In un sistema di scambio tra la vostra coscienza e l’energia, voi ponete al momento opportuno tutto quello che vi serve per ciò che la vostra anima ha desiderato esperire. Per questo motivo non rimanete attaccati ai desideri della vostra anima, essi usciranno da voi risuonando con l’insieme della coscienza attorno a voi e quando e il momento opportuno quelle risorse le trovate li. Perciò non dovete fare altro che dimenticare voi stessi, il ruminare della vostra mente. Cosi facendo, ricorderete tutto.
E questo è tutto per il momento. Celebrate con gioia ogni momento, ricordando che questo che viviamo è un gioco creato da noi.

vi amo tantissimo.

Noi siamo Unità nella Sorgente

Messaggio del 28 dicembre 2011_IL PERDONO E IL VIVERE NEL PRESENTE

Immagine

Buonasera delicate anime.

Volevo ricordarvi ciò che sapete già. Ed è questo. Solo dimenticando potete ricordare veramente chi siete. Questa è la prima parte del messaggio che vi darò questa sera. Dimenticare è il significato originario della parola perdono. Ma questo non vuol dire essere disaccorti. Significa spegnere la mente coi suoi flussi di pensiero legati al passato. Il presente si scrive istante per istante. Nello stesso istante facciamo solitamente più cose, una di queste è ricordare. Non serve ricordare, dimentica tutto questo grande registro di memoria che hai nella testa. Quello che ricordi nella concezione abituale che l’essere umano ha, è una registrazione di eventi passati, piacevoli o spiacevoli a cui esso rimane attaccato. E’ l’ora di lasciare andare tutto questo, e di ricordare semplicemente che siete divini. Solo questo è importante. Ogni cosa che vi serve, ogni informazione, ogni energia che vi occorre vi è data momento per momento perché voi l’avete chiesta. Chiedi e ti sarà dato, è verissimo, infatti funziona proprio cosi. In un sistema di scambio tra la vostra coscienza e l’energia, voi ponete al momento opportuno tutto quello che vi serve per ciò che la vostra anima ha desiderato esperire. Per questo motivo non rimanete attaccati ai desideri della vostra anima, essi usciranno da voi risuonando con l’insieme della coscienza attorno a voi e quando e il momento opportuno quelle risorse le trovate li. Perciò non dovete fare altro che dimenticare voi stessi, il ruminare della vostra mente. Cosi facendo, ricorderete tutto.
E questo è tutto per il momento. Celebrate con gioia ogni momento, ricordando che questo che viviamo è un gioco creato da noi.

vi amo tantissimo.

Noi siamo Unità nella Sorgente