In un confortevole abbraccio con voi stessi/In a comfortable hug with yourself

15-quotes-to-inspire-self-love-141.jpg

“L’ostacolo maggiore riguarda le persone che avete deciso di nutrire in qualche modo. Quando voi avrete preso una decisione interiore di non nutrire più gli altri, nè di essere nutriti dagli altri, tutte le altre cose partono. Noi vi appoggeremo per tutto il resto, e le antiche riviviscenze di atteggiamenti passati andranno via. Tutto inizia da una nuova decisione presa dentro di voi, attraverso la quale voi poggiate solo sui vostri piedi. Essere nel vecchio vittimismo, non funziona più, affatto. E così voi non nutrite più gli altri, ma siete in calore in ogni singola occasione. Dimenticate tutto il resto. Andate avanti con il vostro caldo, confortevole giorno, e siate allerta quando qualche energia vuole entrare. Non siate in dolore. Prendete una mossa decisa per la vostra alba, e siate svegli riguardo alle intenzioni altrui. State in piedi solo per voi stessi. Se volete, aiutate anche qualcuno nella comprensione, ma solo quelli che sentite che possono o che vogliono avere una visuale integrata. Questo è tutto, andate avanti nella vostra esperienza. Non migliorate mai, ma solo integrate quelle parti della vostra esperienza che vogliono essere riconosciute. Questa è la vostra esperienza. Non impegnatevi tanto a manifestarvi dalla forma umana, ma da quella divina. Sembrando sempre più simili agli dei che siete. Non portate oltraggio a questa vostra forma, conservando delle abitudini che non possono essere perpetrate nel rispetto della vostra forma umana. Voi siete quei santi che si sono riconosciuti di essere, ed a nulla vale scimmiottare qualcuno o qualcosa che vi lascia una impressione. Siate l il Maestro, senza presumere che qualcosa vi sarà dato, ma solo per il gusto di fare l’esperienza. Ogni cosa è oltraggiosa se non la fate per il giusto riconoscimento di dare a voi stessi. Siate nella gioia.”

Il Collettivo, guide canalizzate da Altares e Madrahal

Sessioni individuali / Individual sessions

“The biggest obstacle is the people you’ve decided to feed in. When you’ve made an inner decision not to feed others, or to be fed by others, all other things start. rest, and the old revivals of past attitudes will go away.It all starts with a new decision taken inside of you, through which you rest only on your feet.To be in old victimhood, it does not work anymore, at all. the others, but you are in heat on every single occasion … Forget all the rest Go ahead with your warm, comfortable day, and be alert when some energy wants to come in. Do not be in pain Take a decisive move for your dawn, and be awake with regard to the intentions of others, stand alone for yourself, if you want, help someone in understanding, but only those who feel that they can or want to have integrated channel. That’s all, go forward in your experience. Never improve, but only integrate those parts of your experience that want to be recognized. This is your experience. Do not commit yourselves so much to manifesting yourself from the human form, but from the divine form. Looking more and more like the gods you are. Do not bring insult to this form of yours, keeping habits that can not be perpetrated in respect of your human form. You are those saints who have recognized themselves as being, and it is worthless to mimic someone or something that leaves you with an impression. Be the Master, without presuming that something will be given to you, but only for the sake of experiencing. Everything is outrageous if you do not do it for the right recognition of giving yourself. Be in joy. “

The Collective, guides channeled by Altares and Madrahal

Sessioni individuali / Individual sessions

Annunci

Maturare

primavera

“Si, nel passato tu hai avuto una fioritura, ed ora pensi a questa attaccandotici come se fosse l’unica cosa di bello che hai avuta. Tutto questo ti fa sentire sola, abbandonata ad una verità attuale nella quale non ti riconosci. Ma considera questo, considera che ora sei in un punto di profondo cambiamento e trasformazione. Se fossi stata in grado di mantenere quel fiore vivo sulla pianta, vorrebbe dire che non esistono le stagioni della vita. Ma la vita è fatta di stagioni, e quello che doveva essere nella tua primavera è stato, ed ora una nuova stagione, un nuovo circolo si sussegue. Ora c’è un frutto, ma tu pensi ancora alla primavera, e non ti godi ciò che hai ottenuto. Un altra primavera, con più corteccia ed alberi, e nuove foglie e fiori giungerà, e porterà in tutto questo il seme di quella precedente. Non crucciarti allora con capricci infantili, e rimani ferma nel tuo essere mutevole con il tempo, il cui susseguirsi ti avvicina a mano a mano all’Essenza di te stessa. ”

Karuna