Il potere della tua divinità

dea

“Non meravigliarti di quanto grandioso possa essere il tuo potere, meravigliati piuttosto di come restringi il tuo flusso creativo nella vita di tutti i giorni. Tu dici : “voglio ciò”, ma in realtà il tuo è solo un desiderio mentale, una scorciatoia, una scappatoia dal tuo grigio vivere quotidiano. In cuor tuo invece stai pensando di non meritartelo, oppure che è impossibile, e tutte queste cose. Ma se dalla grandiosità dell’essenza che Sei, tu ti riconosci il potere e la dignità data a te dal tuo lignaggio divino, nessun ostacolo alla manifestazione di qualunque cosa sarà in Te, miracolo vivente.”

Karuna

biografia di Karuna

La famiglia di cuore-Messaggio di Karuna

cerchio-reiki

” Si, tu vuoi meravigliarti di piu’ nella tua vita. Tu vuoi che si aprano degli spazi di coscienza indefinita, vuoi essere nelle sensazioni e in una vita piena. Ma allo stesso tempo non vuoi uscire dai soliti giochi che fai con te stesso, e  pretendi che le tue abituali relazioni si trasformino così, d’incanto. Non trovi che la tua sia una vana pretesa ? Non tutto ti può essere dato dalla tua famiglia di sangue, ad esempio, perchè essi non hanno gli strumenti adatti al tuo riconoscimento. E così ti senti senza un posto dove stare. Cerca allora la tua vera famiglia, la famiglia di cuore, quella che per te ha il riconoscimento che ti occorre per manifestare te stesso nella tua pienezza, e non pretendere che chi ti è più vicino ti veda. Non accade sempre, non può accadere. Per te ci sono delle lezioni da apprendere. Sei l’unico della tua famiglia che ha osato allontanarsi dal seminato, sei l’unico ad avere osato tanto. Apprendi allora che questo riconoscimento lo dai a te stesso e lo condividi con le persone a te affini, apprendi che questa familiarità che cerchi non si basa sul sangue, ma su un sentire che va al di là degli schemi sociali e che si fonda sulla gratuità del reale amore condiviso e scevro dai legami abituali.”

Luca Karuna Ursillo

 

per consulenze e channeling individuali con Karuna clicca qui

Canalizzazione 6 MARZO 2014: COME MANIFESTARE LA TUA REALTA’

Immagine

Quello che sto per scrivere non è rivolto ad ottenere una ipnosi nei vostri confronti e ad esercitare un potere nei vostri confronti, ma solo a condividere un messaggio in parte mentale in parte canalizzato dal mio sè superiore.

Parliamo stasera della comunicazione REALE.

Cosa ci comunichiamo realmente quando effettuiamo degli scambi verbali ? Come scegliamo le parole in una conversazione ? Questo è un tema molto delicato.

Spesso, vi sarà capitato, di scambiare parole con una persona e di rendervi conto che quello che vi state scambiando è distante dalle vere parole del vostro cuore. Vi rendete conto che le conversazione che avete, reali, telematiche o telefoniche stanno toccando altri tasti rispetto alla realtà di quello che in profondità sta avvenendo dentro di voi.

Dovete sapere, amati fratelli e sorelle, che ogni scambio che voi avete con un altro è estremamente creativo della vostra realtà, in quanto ciò che dite ed affermate nel profondo del vostro cuore tende a divenire realtà, cioè a manifestarsi. Ecco perché è importante che il vostro canale energetico e comunicativo sia quanto più pulito possibile, in modo che le parole che sorgono dal voi siano suggerite dalla profondità del vostro essere.

Il movimento energetico della comunicazione è molto importante che avvenga dal centro del vostro cuore. La mente inizialmente potrà meravigliarsi di ciò che dite, e potrà anche non riconoscere quello che viene detto in questo modo.
Quante volte vi capita di salutare qualcuno o di essere salutati ed in cuore vostro risuonano le parole di una maledizione o di una offesa, piuttosto che di una vero saluto ? Oppure: quante volte salutate qualcuno e in terza lingua (come dice Kryon), cioè con la voce del vostro cuore, e dite qualcosa che è del tutto estraneo a ciò che avete appena esclamato verbalmente ?

Questa difformità del messaggio esternato e del messaggio reale è determinato dalla presenza della vostra sensibilità che recepisce all’interno della relazione qualcosa che va direttamente dentro la natura del rapporto che si è instaurato a livello sottile con la persona con cui interagite. Il vostro sistema recepisce il messaggio urgente all’interno della relazione. Allora potrete sentire una voce, a livello del vostro cuore, a livello del vostro timo, la ghiandola che è posta davanti al cuore. In essa si formulano i pensieri del cuore. Il processo funziona così. Col vostro terzo occhio, la ghiandola pineale, ricevete le informazioni dal terzo occhio della persona o del gruppo di persone con cui interagite. Entrati in risonanza con questo messaggio il vostro cuore sente la risposta. Potrà a questo punto uscire un “ciao”, “un che tempo fa” dalla vostra bocca, ma il messaggio reale che sottende a tutta la conversazione sarà stato recapitato e sentito dall’altra parte, ed esso fungerà da sotto-testo a tutta la conversazione che si svolgerà tra di voi e il vostro interlocutore. Questo messaggio finché non viene trasformato consapevolmente, attraverso l’emersione verbale nella conversazione oppure attraverso la saggezza della dimenticanza della vostra anima, rimarrà in situazione di “ribattimento” tra di voi e gli altri. Cioè un “sotto-testo” o viene esplicitato verbalmente, oppure viene trasmutato, perché è un lavoro che voi già avete compiuto da soli.
Ecco perché è importante in ogni momento essere connessi alla voce vera del vostro cuore; in modo tale ciò che direte, e che determina la vostra realtà, sarà continuamente reso manifesto e la mente potrà essere libera da residui ipnotici incoscienti trattenuti dalla vostra mente.
La legge di manifestazione della realtà densa fa si che il vostro pensiero si traduca in parole ed azioni, creando al vostra realtà. Ecco perché è importante che il sesto centro, il terzo occhio sia allineato col vostro quarto centro, il cuore, in modo che il piano verticale si incroci con quello orizzontale nel centro della saggezza del vostro momento di presenza.
Poi, con questa chiarezza attrarrete quelle esperienze che avete bisogno di vivere per trarne la saggezza che desiderate. E cosi via fino ad esaurire tutte le esperienza fino a che non desidererete piu rimanere in questo piano di densità. Riconoscete ed accettate amati maestri, la voce del vostro cuore., qualsiasi cosa dica, anche se la mente possa ritenerla atroce o indesiderabile. Essendo coscienti di questo sarete sempre in linea con le vostre creazioni.
Avete mai fatto caso di come la vostra attenzione spesso durante un dialogo sia attirata più dai gesti dell’interlocutore o vostri invece che dalle parole ? Questo accade perché ciò che è detto attraverso i gesti esprime un piano di verità più profondo e reale rispetto al piano mentale che manifesta le mere parole. Fateci caso. Fate caso a quanto viene detto attraverso le parole, quanto viene detto attraverso i gesti o gli sguardi, quanto vi arriva attraverso il terzo occhio come forme di pensiero dell’interlocutore, quanto dice il vostro cuore, oltre che alla successione logica delle parole o del ragionamento. Siate consapevoli di ciò che viene detto al di là delle parole in ogni momento. E a quanto dite voi al di là delle parole.

Se sarete consapevoli fino in fondo di ciò che dite realmente, la creazione della vostra realtà di vita alla fine del processo di allineamento, non conoscerà ostacoli. Ascoltando la vostra voce del cuore e connettendola alla capacità di focalizzazione del vostro terzo occhio, manifesterete ciò che desiderate senza alcuna difficoltà. Alla fine delle esperienza potrete ascendere ad altri piani di realtà, poiché avrete manifestato tutto ciò che avete consapevolmente desiderato, pur se essa sia stata una malattia ad esempio o un successo. Non esiste giudizio sul piano della manifestazione, poiché la divinità che voi site non fa distinzioni tra bene a male, giusto o ingiusto, adeguato o inadeguato. Tutto è esperienza, tutto è vostra creazione, voi siete dio, dea in azione. Siate consapevoli. Siete amatissimi.

Namastè

Noi siamo Unità nella Sorgente

https://consulenzespirituali.wordpress.com/consulenze-spirituali-e-channeling-gratuiti/

https://consulenzespirituali.wordpress.com/biografia-spirituale/

23 GENNAIO 2014: LA VOCE DEL CUORE (BY KARUNA)

Immagine

 

Buonasera amatissimi fratelli.

Quello che sto per scrivere non è rivolto ad ottenere una ipnosi nei vostri confronti e ad esercitare un potere nei vostri confronti, ma solo a condividere un messaggio in parte mentale in parte canalizzato dal mio sè superiore. Parliamo stasera della comunicazione reale.

 

Cosa ci comunichiamo realmente quando effettuiamo degli scambi verbali ? Come scegliamo le parole in una conversazione ? Questo è un tema molto delicato. Spesso, vi sarà capitato, di scambiare parole con una persona e di rendervi conto che quello che vi state scambiando è distante dalle vere parole del vostro cuore. Vi rendete conto che le conversazione che avete, reali, telematiche o telefoniche stanno toccando altri tasti rispetto alla realtà di quello che in profondità sta avvenendo dentro di voi.

Dovete sapere, amati fratelli e sorelle, che ogni scambio che voi avete con un altro è estremamente creativo della vostra realtà, in quanto ciò che dite ed affermate nel profondo del vostro cuore tende a divenire realtà, cioè a manifestarsi.

Ecco perché è importante che il vostro canale energetico e comunicativo sia quanto più pulito possibile, in modo che le parole che sorgono dal voi siano suggerite dalla profondità del vostro essere.

Il movimento energetico della comunicazione è molto importante che avvenga dal centro del vostro cuore. La mente inizialmente potrà meravigliarsi di ciò che dite, e potrà anche non riconoscere quello che viene detto in questo modo.
Quante volte vi capita di salutare qualcuno o di essere salutati ed in cuore vostro risuonano le parole di una maledizione o di una offesa, piuttosto che di una vero saluto ? Oppure: quante volte salutate qualcuno e in terza lingua (come dice Kryon), cioè con la voce del vostro cuore, dite qualcosa che è del tutto estraneo a ciò che avete appena esclamato verbalmente ?

Questa difformità del messaggio esternato e del messaggio reale è determinato dalla presenza della vostra sensibilità che recepisce all’interno della relazione qualcosa che va direttamente dentro la natura del rapporto che si è instaurato a livello sottile con la persona con cui interagite.

Il vostro sistema recepisce il messaggio urgente all’interno della relazione. Allora potrete sentire una voce, a livello del vostro cuore, a livello del vostro timo, la ghiandola che è posta davanti al cuore. In essa si formulano i pensieri del cuore. Il processo funziona così. Col vostro terzo occhio, la ghiandola pineale, ricevete le informazioni dal terzo occhio della persona o del gruppo di persone con cui interagite. Entrati in risonanza con questo messaggio il vostro cuore sente la risposta. Potrà a questo punto uscire un “ciao”, “un che tempo fa” dalla vostra bocca, ma il messaggio reale che sottende a tutta la conversazione sarà stato recapitato e sentito dall’altra parte, ed esso fungerà da sotto-testo a tutta la conversazione che si svolgerà tra di voi e il vostro interlocutore. Questo messaggio finché non viene trasformato consapevolmente, attraverso l’emersione verbale nella conversazione oppure attraverso la saggezza della dimenticanza della vostra anima, rimarrà in situazione di “ribattimento” tra di voi e gli altri. Cioè un “sotto-testo” o viene esplicitato verbalmente, oppure viene trasmutato, perché è un lavoro che voi già avete compiuto da soli.
Ecco perché è importante in ogni momento essere connessi alla voce vera del vostro cuore; in modo tale ciò che direte, e che determina la vostra realtà, sarà continuamente reso manifesto e la mente potrà essere libera da residui ipnotici incoscienti trattenuti dalla vostra mente.

La legge di manifestazione della realtà densa fa si che il vostro pensiero si traduca in parole ed azioni, creando al vostra realtà.

Ecco perché è importante che il sesto centro, il terzo occhio sia allineato col vostro quarto centro, il cuore, in modo che il piano verticale si incroci con quello orizzontale nel centro della saggezza del vostro momento di presenza. Poi, con questa chiarezza attrarrete quelle esperienze che avete bisogno di vivere per trarne la saggezza che desiderate. E cosi via fino ad esaurire tutte le esperienza fino a che non desidererete piu rimanere in questo piano di densità.

Riconoscete ed accettate amati maestri, la voce del vostro cuore., qualsiasi cosa dica, anche se la mente possa ritenerla atroce o indesiderabile. Essendo coscienti di questo sarete sempre in linea con le vostre creazioni.

Avete mai fatto caso di come la vostra attenzione spesso durante un dialogo sia attirata più dai gesti dell’interlocutore o vostri invece che dalle parole ? Questo accade perché ciò che è detto attraverso i gesti esprime un piano di verità più profondo e reale rispetto al piano mentale che manifesta le mere parole. Fateci caso. Fate caso a quanto viene detto attraverso le parole, quanto viene detto attraverso i gesti o gli sguardi, quanto vi arriva attraverso il terzo occhio come forme di pensiero dell’interlocutore, quanto dice il vostro cuore, oltre che alla successione logica delle parole o del ragionamento. Siate consapevoli di ciò che viene detto al di là delle parole in ogni momento. E a quanto dite voi al di là delle parole. Se sarete consapevoli fino in fondo di ciò che dite realmente, la creazione della vostra realtà di vita alla fine del processo di allineamento, non conoscerà ostacoli. Ascoltando la vostra voce del cuore e connettendola alla capacità di focalizzazione del vostro terzo occhio, manifesterete ciò che desiderate senza alcuna difficoltà. Alla fine delle esperienza potrete ascendere ad altri piani di realtà, poiché avrete manifestato tutto ciò che avete consapevolmente desiderato, pur se essa sia stata una malattia ad esempio o un successo.

Non esiste giudizio sul piano della manifestazione, poiché la divinità che voi site non fa distinzioni tra bene a male, giusto o ingiusto, adeguato o inadeguato. Tutto è esperienza, tutto è vostra creazione, voi siete dio, dea in azione.

Siate consapevoli. Siete amatissimi.

Namastè

Noi siamo Unità nella Sorgente

Messaggio del 21 gennaio 2012: LA COMUNICAZIONE RELAZIONALE E LA VOCE REALE DEL CUORE nel processo di allineamento del Sè e della manifestazione.

Immagine

Buonasera amatissimi fratelli. Quello che sto per scrivere non è rivolto ad ottenere una ipnosi nei vostri confronti e ad esercitare un potere nei vostri confronti, ma solo a condividere un messaggio in parte mentale in parte canalizzato dal mio sè superiore. Parliamo stasera della comunicazione reale.

Cosa ci comunichiamo realmente quando effettuiamo degli scambi verbali ? Come scegliamo le parole in una conversazione ? Questo è un tema molto delicato. Spesso, vi sarà capitato, di scambiare parole con una persona e di rendervi conto che quello che vi state scambiando è distante dalle vere parole del vostro cuore. Vi rendete conto che le conversazione che avete, reali, telematiche o telefoniche stanno toccando altri tasti rispetto alla realtà di quello che in profondità sta avvenendo dentro di voi.
Dovete sapere, amati fratelli e sorelle, che ogni scambio che voi avete con un altro è estremamente creativo della vostra realtà, in quanto ciò che dite ed affermate nel profondo del vostro cuore tende a divenire realtà, cioè a manifestarsi. Ecco perché è importante che il vostro canale energetico e comunicativo sia quanto più pulito possibile, in modo che le parole che sorgono dal voi siano suggerite dalla profondità del vostro essere. Il movimento energetico della comunicazione è molto importante che avvenga dal centro del vostro cuore. La mente inizialmente potrà meravigliarsi di ciò che dite, e potrà anche non riconoscere quello che viene detto in questo modo.
Quante volte vi capita di salutare qualcuno o di essere salutati ed in cuore vostro risuonano le parole di una maledizione o di una offesa, piuttosto che di una vero saluto ? Oppure: quante volte salutate qualcuno e in terza lingua (come dice Kryon), cioè con la voce del vostro cuore, e dite qualcosa che è del tutto estraneo a ciò che avete appena esclamato verbalmente ? Questa difformità del messaggio esternato e del messaggio reale è determinato dalla presenza della vostra sensibilità che recepisce all’interno della relazione qualcosa che va direttamente dentro la natura del rapporto che si è instaurato a livello sottile con la persona con cui interagite. Il vostro sistema recepisce il messaggio urgente all’interno della relazione. Allora potrete sentire una voce, a livello del vostro cuore, a livello del vostro timo, la ghiandola che è posta davanti al cuore. In essa si formulano i pensieri del cuore. Il processo funziona così. Col vostro terzo occhio, la ghiandola pineale, ricevete le informazioni dal terzo occhio della persona o del gruppo di persone con cui interagite. Entrati in risonanza con questo messaggio il vostro cuore sente la risposta. Potrà a questo punto uscire un “ciao”, “un che tempo fa” dalla vostra bocca, ma il messaggio reale che sottende a tutta la conversazione sarà stato recapitato e sentito dall’altra parte, ed esso fungerà da sotto-testo a tutta la conversazione che si svolgerà tra di voi e il vostro interlocutore. Questo messaggio finché non viene trasformato consapevolmente, attraverso l’emersione verbale nella conversazione oppure attraverso la saggezza della dimenticanza della vostra anima, rimarrà in situazione di “ribattimento” tra di voi e gli altri. Cioè un “sotto-testo” o viene esplicitato verbalmente, oppure viene perdonato, perché è un lavoro che voi già avete compiuto da soli.
Ecco perché è importante in ogni momento essere connessi alla voce vera del vostro cuore; in modo tale ciò che direte, e che determina la vostra realtà, sarà continuamente reso manifesto e la mente potrà essere libera da residui ipnotici incoscienti trattenuti dalla vostra mente.
La legge di manifestazione della realtà densa fa si che il vostro pensiero si traduca in parole ed azioni, creando al vostra realtà. Ecco perché è importante che il sesto centro, il terzo occhio sia allineato col vostro quarto centro, il cuore, in modo che il piano verticale si incroci con quello orizzontale nel centro della saggezza del vostro momento di presenza.
Poi, con questa chiarezza attrarrete quelle esperienze che avete bisogno di vivere per trarne la saggezza che desiderate. E cosi via fino ad esaurire tutte le esperienza fino a che non desidererete piu rimanere in questo piano di densità. Riconoscete ed accettate amati maestri, la voce del vostro cuore., qualsiasi cosa dica, anche se la mente possa ritenerla atroce o indesiderabile. Essendo coscienti di questo sarete sempre in linea con le vostre creazioni.
Avete mai fatto caso di come la vostra attenzione spesso durante un dialogo sia attirata più dai gesti dell’interlocutore o vostri invece che dalle parole ? Questo accade perché ciò che è detto attraverso i gesti esprime un piano di verità più profondo e reale rispetto al piano mentale che manifesta le mere parole. Fateci caso. Fate caso a quanto viene detto attraverso le parole, quanto viene detto attraverso i gesti o gli sguardi, quanto vi arriva attraverso il terzo occhio come forme di pensiero dell’interlocutore, quanto dice il vostro cuore, oltre che alla successione logica delle parole o del ragionamento. Siate consapevoli di ciò che viene detto al di là delle parole in ogni momento. E a quanto dite voi al di là delle parole. Se sarete consapevoli fino in fondo di ciò che dite realmente, la creazione della vostra realtà di vita alla fine del processo di allineamento, non conoscerà ostacoli. Ascoltando la vostra voce del cuore e connettendola alla capacità di focalizzazione del vostro terzo occhio, manifesterete ciò che desiderate senza alcuna difficoltà. Alla fine delle esperienza potrete ascendere ad altri piani di realtà, poiché avrete manifestato tutto ciò che avete consapevolmente desiderato, pur se essa sia stata una malattia ad esempio o un successo. Non esiste giudizio sul piano della manifestazione, poiché la divinità che voi site non fa distinzioni tra bene a male, giusto o ingiusto, adeguato o inadeguato. Tutto è esperienza, tutto è vostra creazione, voi siete dio, dea in azione. Siate consapevoli. Siete amatissimi.

Namastè

Noi siamo Unità nella Sorgente

Canalizzazione del 25 gennaio 2012: SULLA DIVINITA’ E SULLA MANIFESTAZIONE

Immagine

 

Buongiorno sorelle e fratelli. La questione è chi sei tu ? La risposta è dio, dea. Nulla altro fuori di voi può definire ciò che siete. Per diritto divino siete onnipotenti ed onniscienti. Sentitelo per un attimo assieme a me. Cosa posso fare della mia divinità ? Quello che volete. Quando siete nella chiarezza del vostro dio interiore, ogni desiderio che sentite dal cuore, ogni esperienza che vorrete vivere la manifesterete in un tempo del vostro cammino. Certo la manifestazione in un piano di realtà densa richiede un certo tempo tridimensionale, in cui il desiderio del cuore focalizzato come intento mentale e come urgenza si realizzi. In questo modo ogni attributo che porrete al vostro IO SONO tenderà semplicemente a manifestarsi. Non importa da dove vengano questi desideri dell’anima, essi sono solo la voglia di avere esperienza, e siamo incarnati in questo piano appunto per questo motivo. La domanda è ” cosa voglio io”. E la risposta richiede una grande sincerità. Non importa quanto buffa e grandiosa possa apparire la risposta agli occhi della mente razionale. Essa giudica per la paura del nuovo, che il desiderio del cuore possa essere realizzato. La mente non ama la novità. Ama ripetere le stesse esperienze perché essa funziona per programmi.
Il cuore desidera e non ha paura, la mente cataloga per paura e ripete.
Voi siete dio dea, beneamati fratelli e sorelle, e la vostra divinità che si esprime dentro di voi non ha bisogno di attribuzioni per essere definita. Siete talmente potenti che dove focalizzerete la vostra attenzione, li ci sarà manifestazione. Quando abbandonate ogni programmazione e vi muovete nello spazio con mente sgombra e cuore pulito, allora accadono i miracoli.
La paura del vostro potere personale è legata ad antichi retaggi culturali e storici, e genetici, e l’universo sta cooperando in questo ciclo acquariano a l fine di agevolare il rilascio di tutte queste paure, e in primo luogo la paura di dio. Cioè di voi stessi.
Quando vi permettete di ascoltare in piena libertà la vostra voce interiore, allora tutto diviene facile. Accettate, accettate tutto ciò che arriva a voi. Ogni cosa è una parte di voi che si sta riunendo per la festa. Non avete nulla da fare di più che sentire questa forza dentro di voi. E’ una forza che non parla di sopraffazione, ma parla il linguaggio della verità. E la verità e che voi siete dio dea, amati amici. Nulla di più o di meno. Sta a voi farne esperienza, chiedendo a voi stessi ogni cosa che desiderate sapere, sentire, sperimentare. Amatevi profondamente, cari maestri, perché il tempo della celebrazione è arrivato. Il nuovo è già qui. Sentire dolore in questo momento è appropriato perché delle parti vecchie di voi, annoiate e tristi stanno tornando alla casa del Tutto. Le frequenze cosmiche stanno innalzando le vibrazioni sulla terra. Tutto è in movimento. 
Cosa volete fare ? Provare paura oppure lasciare andare godendovi il viaggio del ritorno a casa ? Siete amatissimi fratelli e sorelle. Ora respiriamo profondamente, giù in basso. Bene. 
Buona giornata, e buona celebrazione della vostra divinità.

 Namastè,

Noi siamo Unità nella Sorgente