Profondamente sincero

fiore sul ramo
“Non giudicarti, non giudicarti mai. La tua esistenza è un sacro divenire nel flusso del tempo. Accogli il nuovo con cuore aperto, ma non recriminare su ciò che è stato. La vita ama stupirti colle sue peregrinazioni. Stai nel centro della vita, muoviti a tempo, fa che ogni cosa danzi con te. È un tempo straordinario per vivere, stai connesso con ciò che provi, non tralasciare nulla. Ciò su cui ti sarai audacemente soffermato, sarà reso concime per le tue nuove gemme. Sii audace in questo, sii profondamente sincero con te stesso, sulle ragioni per cui ti sei negato una simile fioritura. Non lasciare mai nulla di irrisolto, e nel contempo fai spazio al nuovo che arriva. È la vita che te lo chiede.
Il mio fiore è sul ramo, ed il tuo ?”
Karuna

 

GIOCHIAMO CON L’ENERGIA : LE FORBICI ENERGETICHE

Immagine

 

Amici è un tempo pesante per vivere se rimaniamo ancorati ai concetti mentali che abbiamo usato per tutto questo tempo. Ora liberiamoci un pò del vecchio ed accediamo a un spazio di divertimento e di condivisione nel nuovo. Faremo assieme una serie di giochetti sull’energia che possono essere molo utili per affinarvi e lasciare andare tutto il vecchio che vi circonda. Sono dei giochi, ma in realtà dicono molto più di quanto possa sembrare ad una prima apparenza. vi danno un senso delle cose differente e vi aprono alla percezione di come stanno realmente le cose a un livello più sottile, inter-dimensionale. Prendendo consapevolezza di tutte queste cose ci spingeremo più in là nella percezione del sottile e ne faremo esperienza. Bene.

Il primo gioco che vi voglio indicare è quello della forbice.

Ci sentiamo legati a una situazione pesante o che ci succhia energia ?

Molto bene prendiamo una forbice energetica e tagliamo il filo che ci collega. Anche con le mani bene, cosi, perfetto. Tagliato.

Questo taglio energetico lo potete fare anche con le mani e vi verrà spontaneo più lo praticate. E’ un efficace metodo di disconnessione energetica quando vi sentite legati a una persona colla quale avete un conflitto in corso.

A livello inter-dimensionale il collegamento energetico è una stringa di comunicazione sottile. La sua radice è la paura della vostra autonomia energetica. Oppure può essere il senso della missione di aiutare gli altri che in definitiva è anche essa paura della vostra autonomia energetica. Nessuno vuole stare solo in realtà, abbiamo la abitudine di nutrire gli altri come se fosse una nostra missione farlo. Oppure di essere nutriti perché sentiamo di non potercela fare da soli, diciamo cosi in termini semplici.

Basta dare una taglio, cosi. Zac. Il filo va giù. Se lo fate molte volte vedrete che è un giochetto molto bello e divertente. Certo nuovi fili si ricreano ma questo è per consentire l’aggancio energetico al fine di creare giochi nuovi, più divertenti e creativi.

L’obbiettivo ultimo lo ripeto, è l’autonomia energetica. Quando voi state nella vostra maestria energetica inter-dimensionale, potete percepire una serie di stringhe energetiche che vi mettono in connessione con situazioni. Le stringhe possono essere anche molto sottili e lontane, e legate a eventi tanto del futuro quanto del passato. Recidendo tutte le stringhe e le connessioni da esse create potete ritornare stabilmente a percepire tutta la vostra energia, e questo vi da la possibilità di accedere la vostro stato di vigile presenza. Anche percependo le stringhe site presenti, ed è proprio questo gioco che ve ne fa rendere conto. Fatelo con le dita cosi, zac. Il filo va giù. Oppure col pensiero della forbice luminose coi colori dell’arcobaleno. È molto semplice e vi darà felicità a connessione. Se c’era del sacro colla connessione, ringraziate dopo avere effettuato il taglio, per riconoscervi reciprocamente. Anche un namastè energetico va bene.

 

Bene mi sembra di aver finito. Divertitevi, buon gioco e ricordatevi che tutto ciò che fate è una vostra creazione.

 

Tchuss

 

We are always on.