Il ruolo delle dimenticanza nel processo di risveglio-The role of forgetting in the process of awakening

word-of-mouth

Buongiorno a tutti. Parleremo ancora del limite oggi, ma in un modo più discorsivo. Bene, facciamo un respiro profondo.

Cosa ci accade quando nasciamo ? Di certo quando entriamo in spirito nel corpo, abbiamo tutto chiaro, anche se non a un livello mentale. Sappiamo ciò che siamo venuti a fare, e ricordiamo quali saranno le tappe del nostro percorso, che abiamo programmato attentamente colle nostre guide angeliche dopo la fase di rielaborazione della vita precedente.

Cosa accade allora quando noi veniamo uterati dalla nostra madre naturale ? Parliamo di questo. Un bel respiro ora. Accade che inizia una comunicazione sottile tra noi e il mondo circostante, come viene filtrato dalla nostra mamma. I suoi pensieri arrivano a noi, tutti i suoi pensieri ed emozioni di gioia, ed anche tutte le sentenze limitanti su se stessa, relative al suo percorso individuale, e quelle del mondo esterno.

Essendo anime evolute, noi possiamo avere già una consapevolezza acuta riguardo a ciò che ci arriva dal mondo extrauterino, ma in ogni caso, a meno che non nasciamo come avatar, in piena consapevolezza della missione, è programmato che ciò che portiamo dentro, sarà per un periodo più o meno lungo rimosso, e conservato nei recessi delle nostre cellule. Quindi, tutto ciò che iniziamo a inscrivere sul nostro disco di memoria, sul nostro hardware psico/emotivo è funzionale a questo processo di caduta di caduta di consapevolezza. Dobbiamo divenire incosapevoli, per fare si che il fare della vita ci porti ad incontrare proprio quegli eventi che ci risveglieranno. Faremo esperienze utile per la nostra crescita, proprio dimenticando, almeno inizialmente.
Oltre ai temi karmici individuali su cui lavoriamo spesso da vite, nel disco di memoria su cui scriviamo, al momento delle nascita, si inscrivono anche tutti i pensieri limitanti che ci derivano dalla situazione familiare ancestrale, ovvero dagli antenati genealogici, e dalla società. Essi si comunicano non solo verbalemente, ma anche visivamente come forme pensiero che vengono proiettate dall’ambiente circostante.

In particolare, il primo sguardo dato da nostra mamma o dalla nutricea l momento della nascita, può essere molto importante nel definire la nostra vita nei primi anni. Ma , ovviamente, tutto questo fa parte del gioco, molto ampio e incomprensibile nelle tre dimensioni nelle quali siamo abituati a ragionare da adulti.

Nella ottica di un bambino, tutto ciò che viene visto è registrato come un kit di sopravvivenza: è naturale allora che ogni atteggiamento venga costruito al fine di ottenere la conservazione della effigie fisica. Questo è la personalità, della quale poi ci si spoglia col fare degli anni col lavoro di ricerca interiore.

Nel mio percorso posso dire che ha avuto una importanza essenziale l’analisi del contenuto mentale. Coll’osservazione ho compreso che di fatto il contenuto mentale è nullo. La mente non ha contenuto. La mente è solo un disco rigido sul quale sono impresse le forme di pensiero, i giudizi, le strategie comportamentali atte alla conservazione. Questo contenuto è certo essenziale per ogni essere: cosi come è essenziale la sua analisi come strumento di risveglio interiore.

Di fatto, entrando nella essenza, nella essità di noi, a livello animico una volta che ci siamo spogliati di tutto, rimane L’Io Sono, che è la parte divina che fa esperienza, attraverso i suoi strumenti, del piano tridimensionale di manifestazione fisica. Il corpo, è uno strumento, la mente, anche essa è uno strumento, che può essere usato come un supporto di memoria e strumento di analisi, nelle situazioni della vita quotidiana.

Ma il contenuto nascosto della mente, quei giudizi, quei pensieri limitanti ch ci portiamo dietro, deve ssere portato allo scoperto, attraverso l’osservazione. Ogni qual volta noi affermiamo: Io Sono un pigro, oppure Io sono un leader, bene, noi affermiamo di essere un attributo che ci limita di fatto nella nostra essità, se noi ci indentifichiamo in questo gioco.

L’affermazione di questo tipo può essere utile nella focalizzazione di un risultato, nella messa a punto del talento, operando di fatto come auto-ipnosi o suggestione. Ma deve essere presa anche essa come uno strumento, e solo questo. La definizione è limitazione. L’indefinito trova forma nell’esperienza individuale, che è la nostra vita.

Bene, spero di esservi stato utile.

Au revoir !

Karuna

______________

http://consulenzespirituali.com

_____________

Good morning to all. We will talk more of the limit today, but in a more discursive. Well, take a deep breath.

What happens to us when we are born? Of course, when we get into the spirit in the body, we have everything clear, although not at a mental level. We know what we came to do, and remember what are the stages of our journey, so that we have planned carefully with our own angelic guides after the post-processing of the previous life.

What happens then when we come wombed from our mother nature? Let’s talk about this. A deep breath now. It happens that starts a subtle communication between us and the world around them, as it is filtered by our mother. His thoughts come to us, all his thoughts and emotions of joy, and all our judgments of limiting itself relative to its individual path, and those of the outside world.

Having evolved souls, we may already have a keen awareness as to what comes to us from the world extra-womb, but in any case, unless you are born as an avatar, in full awareness of the mission is planned that what we bring in, it will be a more or less long removed, and stored in the recesses of our cells. So, everything that we begin to inscribe on our disk memory on our hardware psycho / emotional is functional in the process of falling drop of awareness. We must become unconscious, to make sure that the doing of life leads us to meet precisely those events that we awaken. We will experience beneficial to our growth, just forgetting, at least initially.


In addition to the individual karmic issues on which we often work from lifes and lifes, In memory disc of this writing, at the time of birth, are inscribed also all the limiting thoughts that we derive from the ancestral family situation, or by the ancestors genealogical and society. They communicate not only with words, but also visually as thought forms that are projected from the surrounding environment.
In particular, the first look given to our mom or nurse from the moment of birth, it can be very important in defining our lives in the early years. But of course, this is all part of the game, very large and incomprehensible in the three dimensions in which we are accustomed to think as adults.

In the optic of a child, all that is seen is recorded as a survival kit: then it is natural that each attitude is constructed in order to obtain the preservation of the physical effigy. This is the personality, which then gives away with doing the years with the work of soul searching.

In my career I can say that he had a vital importance the analysis of mental content. With the observation I realized that in fact the mental content is null. The mind has no content. The mind is only a hard disk on which are engraved the forms of thought, judgments, behavioral strategies used to conserve. This content is certainly essential for every being: just as it is essential to his analysis as a tool for inner awakening.

In fact, entering the essence, in essity of us, on a soul level once we are stripped of everything, I Am The remains, which is the part of God that is experienced through its instruments, the three-dimensional plane of physical manifestation . The body is an instrument, the mind, it is also a tool that can be used as a storage medium and analysis tool, in situations of everyday life.

But the hidden content of the mind, those judgments, those limiting thoughts that we carry, must ssere brought into the open, through observation. Whenever we say: I am a lazy, or I am a leader, well, we claim to be an attribute that limits us in our essity of fact, if we indentifichiamo in this game.

The claim of this type may be useful in focusing a result, in the development of talent, acting as a de facto self-hypnosis or suggestion. But it must also be taken it as a tool, and only that. The definition is limitation. The indefinite form located in the individual, who is our life.

Well, I hope to be helpful.

Au revoir!

Karuna

http://consulenzespirituali.com

Annunci