Canalizzazione del 28 dicembre 2011: IL perdono e il vivere nel presente

Immagine

Buonasera delicate anime.

Volevo ricordarvi ciò che sapete già. Ed è questo. Solo dimenticando potete ricordare veramente chi siete. Questa è la prima parte del messaggio che vi darò questa sera. Dimenticare è il significato originario della parola perdono. Ma questo non vuol dire essere disaccorti. Significa spegnere la mente coi suoi flussi di pensiero legati al passato. Il presente si scrive istante per istante. Nello stesso istante facciamo solitamente più cose, una di queste è ricordare. Non serve ricordare, dimentica tutto questo grande registro di memoria che hai nella testa. Quello che ricordi nella concezione abituale che l’essere umano ha, è una registrazione di eventi passati, piacevoli o spiacevoli a cui esso rimane attaccato. E’ l’ora di lasciare andare tutto questo, e di ricordare semplicemente che siete divini. Solo questo è importante. Ogni cosa che vi serve, ogni informazione, ogni energia che vi occorre vi è data momento per momento perché voi l’avete chiesta. Chiedi e ti sarà dato, è verissimo, infatti funziona proprio cosi. In un sistema di scambio tra la vostra coscienza e l’energia, voi ponete al momento opportuno tutto quello che vi serve per ciò che la vostra anima ha desiderato esperire. Per questo motivo non rimanete attaccati ai desideri della vostra anima, essi usciranno da voi risuonando con l’insieme della coscienza attorno a voi e quando e il momento opportuno quelle risorse le trovate li. Perciò non dovete fare altro che dimenticare voi stessi, il ruminare della vostra mente. Cosi facendo, ricorderete tutto.
E questo è tutto per il momento. Celebrate con gioia ogni momento, ricordando che questo che viviamo è un gioco creato da noi.

vi amo tantissimo.

Noi siamo Unità nella Sorgente